FONDAMENTO ETICO DEI DIRITTI UMANI E IMMIGRAZIONE

Alfredo Rodrigues

Resumo


Dopo l’11 settembre 2001 l’agenda politica dei governi dei tradizionali paesi di immigrazione tende a introdurre misure sempre più severe contro immigrati non autorizzati e richiedenti asilo. Ma, l’inasprimento delle norme e l’atteggiamento generale di chiusura dei governi si scontrano con i paletti posti dal sistema giudiziario in nome dei diritti umani. L’orizzonte di senso dei diritti umani esige che lo Stato riconosca che anche i migranti in situazioni irregolari, hanno diritti che devono essere rispettati: in primis il diritto alla vita. Ciò deriva dal fatto che i diritti umani sono universali (valgono per ogni uomo), fondamentali (proteggono non tutte le fonti e condizioni possibili e immaginabili del benessere, ma solo gli interessi e i bisogni fondamentali dell’uomo). Il presente articolo ha lo scopo di indagare il fondamento etico dei diritti umani e il loro ruolo nella protezione dei migranti.  

Parole chiave: Fondazione, diritti umani, autonomia, riconoscimento

 




ISSN  Impresso: 2238-7552

ISSN Eletrônico: 2238-7560

INDEXADO  EM:

GeoDados  (Universidade Tecnológica Federal do Paraná)

FUNPEC  (Sumários de Revistas Brasileiras)

CLASE  (Base de Datos Bibliográfica de Revistas de Ciencias Sociales y Humanidades) da Universidade Nacional Autônoma de México  UNAM 

LATINDEX (Sistema Regional de Información em Línea para Revistas Científicas de América Latina, El Caribe,  España  y Portugal)